Numero verde 800 211650 info@depuratoreacquacasa.com

I vantaggi e il risparmio che lega un addolcitore e i nostri elettrodomestici

elettrodomestici&acqua

Installando un depuratore d’acqua in casa il legame che si crea fra esso e gli elettrodomestici che comunemente si utilizzano è sinergico. 
Di fatto, l’addolcitore risulta utile quando l’acqua che scorre dal rubinetto della propria abitazione è molto calcarea, pertanto di per sé dannosa per ogni genere di elettrodomestico che sfrutta l’acqua per completare i cicli di lavaggio cui è deputato; rientrano in questa categoria, ad esempio, la lavatrice e la lavastoviglie.

La durezza dell’acqua e l’addolcitore d’acqua.

Valutare la durezza della propria acqua significa analizzare il contenuto totale degli ioni di magnesio e calcio, mescolati ai metalli pesanti, eventualmente presenti all’interno dell’acqua corrente. Essi si palesano sotto forma di carbonati e bicarbonati e sono misurati, di sovente, in gradi francesi (°F).

Un’acqua molto dolce non supera, solitamente, i 4 °F, mentre un’acqua dolce gli 8 °F. 
Quando ci si trova dinanzi a valori superiori a 12 °F l’acqua può già essere considerata dura, ma i più gravi problemi calcarei si riscontrano con acque che posseggono valori che eccedono i 25 °F.

A subire le conseguenze della durezza dell’acqua sono tutti gli elettrodomestici, le tubature e le stesse caldaie: un’acqua dura provoca danni spesso irreversibili anche agli apparecchi più sofisticati. È qui che entrano in gioco gli addolcitori d’acqua, i quali si pongono come alleati fedeli per tutte le apparecchiature collegate all’acqua domestica.

I danni dell’acqua calcarea.

Quando ci si accorge che l’acqua che si ha in casa è molto calcarea ricorrere ai ripari è indispensabile per salvaguardare una serie di elettrodomestici e impianti, i quali deperiscono più velocemente del normale.
 I primi elementi a subire i danni del calcare sono le tubature dell’acqua sottoposte a causa del calcare alla corrosione galvanica.
 Il calcare agisce, altresì, negativamente sull’attività dei detergenti, la cui azione viene depotenziata, ma anche sugli scarichi degli elettrodomestici che divengono il luogo di accumulo privilegiato del calcare.
 Un’acqua con eccessiva presenza di calcio e ioni metallici agisce in maniera deleteria anche su stoviglie e biancheria: le prime risultano opache e macchiate, le seconde possono invece infeltrire in maniera molto veloce. Sebbene un’acqua di questo genere non comporta danni all’organismo umano può rendere più secchi i capelli o provocare, sulla pelle molto delicata, allergie e dermatiti.
 A subire l’azione del calcare anche alcune specie di piante: in questi casi la durezza dell’acqua può diventare un deterrente anche nei processi di innaffiatura.

I vantaggi di un addolcitore d’acqua.

Installare un addolcitore alla rete domestica non può che portare con sé innumerevoli benefici che andranno ad interessare l’intera economia domestica. 
I cicli di lavaggi eseguiti dopo aver installato un addolcitore d’acqua, infatti, producono un risparmio notevole dal punto di vista economico ed ecologico, perché basterà una quantità di detersivo inferiore per raggiungere i risultati desiderati ed anche un minor dispendio di energia. Inoltre i capi di biancheria, così come le stoviglie, risultano più freschi e privi di zone opache.

I vantaggi includono anche la manutenzione di elettrodomestici ed impianti collegati alla rete: i tempi che intercorrono fra un controllo e l’altro, infatti, si allungano. L’assenza di calcare allunga la vita di ogni apparecchiatura domestica che utilizza l’acqua per svolgere i propri compiti, con un elevato guadagno, in termini di denaro, nel lungo periodo.

Share this post