Numero verde 800 846 255 shop@depursistemitalia.it

Tipologie dei filtri dei depuratori d’acqua

cartuccia filtrante microfibra pp 5µ big

L’acqua che sgorga dai rubinetti domestici è per legge già depurata in modo da renderla potabile e viene frequentemente analizzata per verificare che non contenga sostanze dannose oltre certi limiti. Spesso lo stato delle condutture dell’acquedotto non è ottimale, per cui l’acqua può subire delle contaminazioni durante il trasporto. Gli apparecchi che sono disponibili in commercio, chiamati comunemente depuratori, effettuano un ulteriore trattamento dell’acqua, eliminando sostanze dannose, batteri e l’eccesso di sali minerali. Il risultato è un’acqua più leggera, dal sapore gradevole, ottima da bere e per tutti gli usi domestici. I dispositivi in grado di svolgere questa funzione sono di diversi tipi e possono essere installati comodamente in cucina, anche non ingombrando il vano sotto il lavello. A differenza degli addolcitori di acqua, i depuratori utilizzano un processo fisico e non chimico, garantendo la potabilità dell’acqua così trattata.

Depuratori ad osmosi inversa

Il processo di depurazione dell’acqua più utilizzato per gli apparecchi domestici è l’osmosi inversa. Questi apparecchi sfruttano le proprietà di speciali membrane, che lasciano passare l’acqua e non le sostanze in essa disciolte. Normalmente il fenomeno fisico dell’osmosi porta all’equilibrio, per cui la concentrazione delle sostanze è uguale nei due comparti separati dalla membrana. Applicando una pressione si ottiene il fenomeno inverso, per cui l’acqua che passa la membrana perde gran parte delle sostanze disciolte. Una parte dell’acqua continua a scorrere, carica delle sostanze di scarto e viene eliminata. Mentre un addolcitore di acqua è destinato essenzialmente a rendere meno calcarea l’acqua destinata ad alimentare gli elettrodomestici e altri apparecchi, un depuratore ad osmosi inversa fornisce acqua pura e potabile, che può sostituire l’acqua in bottiglia. Il vantaggio non è solo economico, ma anche ecologico, con riduzione dei rifiuti e del trasporto dell’acqua minerale.

Prima del vero e proprio trattamento di depurazione per osmosi inversa, l’acqua dell’acquedotto subisce un processo preventivo di filtrazione, mediante dei filtri a carbone e a microfibra.

I filtri a carbone si avvalgono delle proprietà di questo materiale, che grazie alla elevata superficie specifica e alla sua porosità è in grado di sottrarre all’acqua il cloro e le sostanze organiche disciolte. Il carbone attivo mantiene le sue proprietà adsorbenti per un certo periodo, al termine del quale deve essere sostituito.

Purificatori compatti

In alternativa agli apparecchi ad osmosi inversa, sono disponibili purificatori compatti, che depurano l’acqua con una serie di filtri, a microfibra, ceramici e a carbone, oltre a una membrana a fibre cave. La membrana a fibre cave, con porosità di 1 micron, riesce ad eliminare dall’acqua gran parte dei solidi disciolti e dei batteri.

Tutti gli apparecchi per il trattamento dell’acqua necessitano di una manutenzione periodica, con la sostituzione dei filtri. Questa manutenzione è però molto semplice e può essere effettuata senza difficoltà dall’utente, grazie all’attacco a baionetta. I ricambi sono disponibili presso l’azienda Depur Sistem Italia, alla qualei vi potrete rivolgere anche per acquistare addolcitori d’acqua e refrigeratori.

Share this post